Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Abbiamo avuto il piacere e l’onore di poter colloquiare con Matteo “Boris” Botti, che insieme a Manuel Strali ed Alessandro Rivaroli, ha fondato la Tin Hat Games. Cuore, mente, simpatia e devozione tutta made in Italy (Parma per la precisione) per un progetto nato da giocatori per giocatori. Una casa editrice dedita al board game, al gdr e finanche al fumetto. Artisti a tutto tondo che non hanno paura di mettersi in gioco e mostrare le loro qualità. Sul loro palmarés possono già vantare progetti di successo come il board game Dungeon Digger, il gioco di ruolo #UrbanHeroes e il fumetto V-World. Ma non si fermano di certo qui: il board game Fantasy Pug Quest è in rampa di lancio e chissà cos’altro bolle in pentola nei laboratori parmensi!

Il sottoscritto aveva già avuto il piacere di fare la loro conoscenza al Modena PLAY, ma non potevamo non goderci il piacere di una bella chiaccherata!

1) Ciao Matteo, domanda di rito, com’è nata la realtà di Tin Hat Games?

La realtà di Tin Hat Games è nata ben prima di quanto si pensi! Nacque infatti nel lontano biennio 1999/2000 quando io, insieme a molte altre persone, gestivo un’associazione culturale dedita ai tornei nazionali di GDR e board games. Un’attività collaterale che ebbe molto successo fu un gdr live a tema vampirico! Proprio in questa occasione io ad Alessandro abbiamo iniziato a lavorare insieme; poi per motivi universitari e lavorativi ci siamo persi di vista, ma ci siamo ritrovati nel mondo dei giochi grazie al GDR ideato e scritto da quest’ultimo ( #UrbanHeroes n.d.r.). Era la classica raccolta di fogli scritta in Comic Sans, ma nonostante il disordine ci trovavamo e ci troviamo tuttora davvero bene! Stendemmo la prima edizione vera e propria grazie alla nostra vecchia conoscenza Manuel, grafico esperto.

Abbiamo creato la prima edizione di #UrbanHeroes totalmente in autoproduzione, commissionando degli artisti in erba e promettendoci sin da subito di crederci fino in fondo! La nostra perseveranza ed i primi apprezzamenti ci hanno convinto a buttarci nel progetto Kickstarter (quando non era ancora così facile perché non si poteva fare dall’Italia…) . In altre parole, per gestire tale mole di lavoro è nata la Tin Hat Games! Gli sforzi congiunti miei e dei miei due soci hanno dato il via ad una realtà che ovviamente ora si è ampliata, ma è sempre bello ricordare da dove siamo arrivati.

2) Che avventura! Ma ecco una domanda a bruciapelo… per voi qual è il significato della parola “gioco”?

Il gioco per noi è la concretizzazione di una passione. La passione privata di ognuno di noi è il vero motore di qualsiasi ambiente ludico. Certi giochi non possono nascere senza una vera passione. A volte è brutto vedere certi tipi di giochi creati al solo fine di riempire la fetta di mercato. La differenza si vede eccome!

Anche su Kickstarter devi dimostrare la presenza di un “atto creativo”!

3) Speravamo in una risposta del genere. Conoscendovi al PLAY di Modena si sentiva davvero pulsare la vostra passione. Ma scendiamo più nello specifico: parlaci di Dungeon Digger e Fantasy Pug Quest.

Il primo di essi è attualmente in distribuzione. Ha riscosso un notevole successo su Kickstarter ed ora è un prodotto in vendita sul mercato internazionale. Fantasy Pug Quest è la nostra prossima scommessa. Siamo pronti a metterci in gioco anche su questo titolo. Il disegnatore di tale gioco e il sottoscritto siamo appassionati dei carlini e dei bulldog francesi e sono loro le vere muse ispiratrici di Fantasy Pug Quest.

Lo scrivente ne approfitta per pubblicare un video How To Play relativo a Dungeon Digger

4) Oltre ai board game e al gdr vi dedicate anche al fumetto. Siete professionisti a tutto tondo!

Esattamente, si intitola V-World! Ma in realtà siamo dei cialtroni a tutto tondo (si ride n.d.r.)! Questo è il segreto di far le cose…FARLE! Siamo orgogliosi di questo fumetto. Un mondo post apocalittico è popolato solamente da punk, metallari, esponenti della cultura glam e gente molto schizzata. Un mondo alla Mad Max ancora più pazzo per capirci! Inizialmente, lo vendevamo solamente alle fiere. Abbiamo collaborato con band underground e vari professionisti del settore, come i Cowboys From Hell!

Nel numero 2 è presente pure una dedica del mitico Giorgio Santucci, una delle più grandi penne italiane!

Il prodotto sarà venduto anche dalla casa discografica con cui collaboriamo, la Retro Box Records, che si occuperà di venderlo durante i concerti. Vogliamo creare il fumetto da concerto metal per i metallari!

5) I progetti futuri del 2019?

Abbiamo in ballo tante cose. Una di queste è una collaborazione molto importante che vogliamo forgiare con Mirko Failoni, il creatore di Historia, graphic-novel molto valida con animali antropomorfi che consiglio a tutti. Vogliamo creare un board game basato sull’ambientazione creata dal Failoni. Il progetto è impegnativo perché richiederà miniature di spessore. Sarà un vero e proprio giocone!

Alessandro sta lavorando su un nuovo gioco di ruolo in un futuro lontanissimo ed in un universo ostile! Atmosfera alla Alien o alla Lost in Space per intenderci…roba da matti!

6) Qualche perla di saggezza emiliana per gli aspiranti editori, game designer o qualunque persona che voglia buttarsi nel mondo dei gdr e dei board game?

Perdonate la schiettezza e la semplicità ma… DO YOUR SHIT. Avete capito bene, non vivete 25 anni con un sogno nel cassetto irrealizzato, altrimenti ve ne pentirete e avrete i sogni tormentati come negli horror giapponesi. Buttatevi, usate l’immaginazione, ascoltate i consigli dei maestri, provate mille volte e mille altre ancora, ma senza la cara vecchia perseveranza non potrete creare nulla!

Che dire Matteo, grazie di tutto! Saremo lieti nel supportare voi e tutti i vostri collaboratori.

Per avere informazioni dettagliate ecco i link: V-WorldFantasy Pug QuestDungeon Digger, #UrbanHeroes

CONDIVIDI: