Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Questa é l’era dei simulatori, ormai ne abbiamo uno per quasi ogni cosa, lanciato con “Fiat Simulatori”, il genere ha riscosso un gran successo nelle case produttrici che, nell’ultimo periodo, ne hanno portato alla luce un gran numero.

Questa volta siamo alle prese con PC Building Simulatori, un titolo che si adatta in particolare ai “PC MasterRace” che dispongono però di un budget limitato. Cosa c’è di meglio di poter assemblare tutte le configurazioni desiderate senza spendere un centesimo, o quasi?

Andiamo a vederlo nel dettaglio!

Assemblare non é mai stato tanto semplice!

Chiaramente é facile intuire dal nome di cosa si tratti: un titolo in cui assemblare computer. Il titolo però, un po’ come Mechanical Simulator, non si limita semplicemente a farci comporre un PC, ma ci mette di fronte a problemi di vario tipo, come ad esempio uno relativo ai virus, o ai software per iniziare, per focalizzarsi poi su problemi relativi a componenti di varia natura.

Similmente a quanto accade in altri giochi del genere, avremo un obiettivo da portare a termine in base a quello che il cliente richiede.

Il gioco é di fatto vissuto in prima persona: potremo fare un giro per l’ufficio, ampliarlo, ma passeremo la maggior parte del nostro tempo spostando case sopra la nostra scrivania per aggiustare i contenuti.

Il nostro ufficio é abbastanza semplice: innanzitutto non é molto grande e, inizialmente, disporremo di una scrivania e un nostro PC personale tramite il quale avremo modo di gestire la posta, gli ordini e tutto quello che é necessario per il nostro lavoro. Pian piano che andremo avanti, riceveremo sempre più richieste dai clienti, che indicherà no tipo di problematica, retribuzione, tempistiche e in completa libertà noi potremo accettare o meno il lavoro.

Naturalmente é bene prendere più incaricherà possibili, senza dimenticare di portarli a termine, questo perché il denaro ci servirà per mantenere il nostro posto di lavoro, comprare materiale e ampliare le postazioni, così da lavorare su più parti insieme. Ovviamente crescere significa anche aumentare le risorse a magazzino ed essere quindi più veloci nel completare un ordine.

Analizzando a priori la richiesta del cliente è comunque possibile anticipare l’acquisto del materiale, a seconda della problematica riscontrata. Dunque grazie ad una buona analisi avremo comunque modo di gestire il problema in maniera efficace ed efficiente.

Il titolo é abbastanza semplice da portare avanti, poiché durante gli interventi saremo abbastanza guidati, in particolare sulle fasi manuali da svolgere. Dovremo ad esempio spostare i case da una parte all’altra, inserire i cavi nel PC, ma tutti in modo guidato. Non sarà possibile ad esempio inserire un cavo in una porta errata, poiché il sistema non lo permetterà. Inoltre, anche in fase di montaggio/smontaggio delle parti, dovremo giustamente seguire le procedure in maniera corretta. Quindi ad esempio svitare le viti per estrarre la scheda madre e piccoli gesti di questo tipo. Avremo un’ampia visuale sul prodotto e potremo muovere liberamente la fotocamera, per avere sempre il punto della situazione in ogni parte del PC.

Il gioco parte i maniera semplice e si evolve sempre più nel dettaglio. Dai primi interventi che richiedono la semplice rimozione di un virus, passeremo ad installare parti sempre più complesse, che vanno a toccare argomenti come l’overclock per esempio. Oppure installazione di sistemi a liquido, insomma cose anche decisamente interessanti. Insomma le richieste sono tante e soprattutto molto variegate.

Manca ancora qualcosa

Il titolo sembra sulla carta davvero molto interessante, eppure, nonostante tutte le caratteristiche positive e le possibilità al suo interno, si sente che c’è qualche carenza. La prima cosa è forse la monotonia; sebbene infatti durante le fasi iniziali ci si trovi davanti ad un gioco che riesce a prendere senza problemi, alla lunga lo stile di gameplay risulta un po’ ripetitivo.
Purtroppo alla fine dobbiamo ammetterlo, è la simulazione di un lavoro, che, seppur divertente, alla lunga rimane un po’ pesante. Dover compiere le stesse azioni ogni volta stanca un po’. Spesso, infatti, si tratta di ripetere più volte alcune operazioni per raggiungere il risultato richiesto, cercando di risolvere un problema che a volte è più una seccatura che altro.

La parte però interessante è la presenza di alcuni noti brand come Intel e AMD, oppure Gigabyte, Cooler Master, MSI, Corsair e altri marchi che gli appassionati conosceranno sicuramente.
Questo genera un livello di dettaglio appagante da un lato, seppure vengano trascurati alcuni aspetti, come ad esempio il collegamento degli HD. Dunque se è pur vero che sotto certi aspetti ritroviamo la ricerca del vero, sotto altri le cose sono lasciate un po’ all’acqua di rosa. Un piccolo punto negativo per gli appassionati!

La cosa interessante però è che il gioco permette anche una modalità “free” in cui non dovremo risolvere problematiche legate alle utenze, ma potremo assemblare il nostro PC con i pezzi che più ci aggradano.
Questa è forse la parte più bella e divertente, visto che i modelli 3D sono ben realizzati e ci sembrerà di aver creato davvero con le nostre mani una potenza!

In definitiva quindi possiamo dire che PC Building Simulator offre un’esperienza di gioco piacevole e divertente, almeno per le prime ore, adatta a tutti gli appassionati del mondo hardware. Un gioco abbastanza semplice da capire che ci porterà ad affrontare problematiche interessanti e sempre più complesse.
Bella la realizzazione dei modelli 3D e soprattutto la loro affinità con i brand di riferimento. Peccato solo per la superficialità con cui vengono gestiti alcuni dettagli e la monotonia che pian piano si viene a ricreare. Nel complesso però è un titolo che si lascia giocare, anche solo qualche oretta ogni tanto, per passare del piacevole tempo con le nostre componenti preferite!

PC Building Simulator: Recensione - Un gioco adatto ai PC MasterRace
Il nostro voto:7
7Punteggio totale
CONDIVIDI: