Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Il mondo degli auricolari sta subendo un cambiamento, volto ad assecondare quelle che sono le maggiori esigenze del mondo smartphone e dell’utenza. La maggior parte dei costruttori sta indirizzando la sua tecnologia verso prodotti wireless, lasciando scomparire lentamente il classico jack da 3,5 mm. Nonostante queste siano le soluzione che stanno prendendo sempre più piede, c’è ancora una fetta di utenza che utilizza dispositivi cablati, per questo motivo la nota azienda Razer ha voluto puntare su un modello che si evolvesse dal punto di vista tecnologico, ma che rimanesse comunque accessibile: con le nuove Razer Hammerhead l’azienda ha infatti deciso di puntare sul nuovo attacco USB-C.

Dunque Razer si fa spazio tra i concorrenti eliminando il jack da 3.5 mm e implementando l’ANC (sistema di cancellazione del rumore). Attualmente questo rende gli auricolari però compatibili solo con alcuni modelli di smartphone e con una buona fetta di PC.

L’azienda ha fatto la scelta più giusta? Vediamo come si sono comportate nella nostra prova!

Contenuto della confezione:

  • Auricolari Hammerhead
  • Set gommini (compresi quelli per la totale insonorizzazione)
  • Quick Star Guide + Adesivi
  • Custodia portatile

Linea elegante e fine

Razer non è solita rilasciare un prodotto poco appariscente, spesso e volentieri, infatti, le sue cuffie presentano uno stile che si fa notare (ricordiamo ad esempio le ManO’War, abbastanza ingombranti, ma decisamente molto comode). A differenza di tanti altri modelli, invece, le Razer Hammerhead presentano uno stile molto più sobrio, elegante e decisamente fine.

Ma non è solo la forma generale ad essere elegante, ma anche i colori. Non troviamo più i cavi verdi, come nei modelli precedenti, ma abbiamo di fronte un look total black che si interrompe soltanto nella parte esterna del vero e proprio auricolare, il quale presenta infatti il logo Razer illuminato con LED verde.
Un profilo davvero pulito che può essere indossato da tutti, sia giocatori che non.

Le cuffie sono adatte in particolare ad essere utilizzate su uno smartphone, ma possono adattarsi anche ad un utilizzo su PC; per venire incontro a tutte le esigenze, sul cavo le cuffie dispongono di un comando a tre pulsanti grazie al quale potremo regolare il volume, alcune funzioni di chiamata e la riproduzione/pausa dei contenuti multimediali. Presente ovviamente l’interruttore per attivare o disattivare la funzione ANC. Se utilizzato su uno smartphone, il tasto centrale del telecomando possiede funzioni differenti, oltre alla classica gestione dei contenuti multimediali, potremo infatti accettare o terminare una chiamata.
Purtroppo però un piccolo punto negativo va assegnato ad una funzione inesistente (che invece trovo molto comoda sulle cuffie da smartphone) ovvero quella relativa allo “skip” delle tracce multimediali. In genere questo tipo di auricolari presenta un tasto che permette di saltare ad esempio una canzone e passare a quella successiva; nelle Razer Hammerhead USB-C ANC non è presente nessun tasto addetto a tale funzione, premendo infatti più volte quello centrale non accade nulla, semplicemente si stoppa il contenuto.

Parlando invece di composizione dobbiamo fare i complimenti a Razer poichè le cuffie sembrano realizzate con materiali di buona fattura: gli auricolari non sono costituiti di plastica ma in alluminio, questo forse li rende un pochino più pesanti di altri concorrenti, ma decisamente più resistenti. Altro punto a favore il cablaggio, questo è costituito in gomma soltanto per metà, ovvero dagli auricolari al “telecomando”, da questo fino al connettore USB-C è realizzato in tessuto intrecciato, decisamente molto più resistente.

Parliamo di cuffie in-ear che presentano in dotazione ben tre differenti misure di tips e una extra realizzata in Comply foam; questa in particolare dovrebbe essere utilizzata per eliminare completamente il rumore di sottofondo inserendosi e adattandosi completamente al padiglione auricolare. Ottima trovata per chi necessita dell’isolamento completo.

Per finire le cuffie vengono fornite con una piccola custodia morbida, sobria, con la sola scritta Razer (nero su nero), comoda e utile per trasportare cuffie e gommini di ricambio.

Belle belle, ma come si sente?

Le cuffie non solo solo esteticamente belle, ma presentano anche una qualità sonora in generale molto chiara e nitida. Sono perfette per un uso di tutti i giorni, sebbene però presentino nel dettaglio qualche piccola carenza.

Quella che si nota di più è l’assenza di bassi troppo marcati, questo implica una perfetta riproduzione di generi pop, EDM, ma qualche piccola difficoltà con brani rock o heavy metal.

Punto a favore però per la funzionalità ANC, che come abbiamo già accennato si può attivare o disattivare tramite il tasto presente sul “telecomando” (una luce blu ci darà conferma della sua attivazione); questa funziona davvero bene, esattamente come da descrizione prodotto, eliminando tutte le interferenze e lasciando pulita la sola voce che ci interessa sentire. Funziona molto bene su voci accompagnate da strumenti di sottofondo e funziona bene anche durante le chiamate, meno magari in altri contesti, per il quale però probabilmente non è neppure pensato.

Per quanto concerne l’uso sul PC, invece, abbiamo abbinato le cuffie Hammerhead con il programma Razer Surround e le abbiamo testate in gioco. L’audio è stato sempre molto pulito e i suoni ci sono arrivati davvero nitidi, l’unico problema è stata la vera efficacia del surround. Se con le altre cuffie di casa Razer non abbiamo mai avuto problemi a percepire la direzione dei passi nemici, con le Hammerhead, invece, non siamo sempre stati in grado di capirlo.
I suoni frontali erano sempre chiari, ma quelli laterali e posteriori non sono stati chiari, purtroppo l’effetto surround non è qualcosa che questo tipo di cuffie può gestire al meglio.

Un altro contro è anche la compatibilità del prodotto: la lista non è poi così vasta e i prodotti completamente compatibili sono davvero pochi. Ad esempio non è garantita la piena compatibilità su prodotti come il Samsung Galaxy S9, il Huawei P10 e il Huawei Mate 9.

Tiriamo le somme

In definitiva possiamo dire di essere davanti ad un prodotto esteticamente molto elegante, adatto ad una grande varietà di utenti, realizzato con materiali di ottima fattura e curato nei dettagli.
Anche a livello di suono le Razer Hammerhead USB-C ANC si adattano perfettamente ad un uso mainstream, seppure pecchino un po’ in alcuni contesti un po’ pi+ specifici. Ottima la funzionalità ANC che fa il suo lavoro nella maggior parte delle situazioni da noi testate.

Nonostante qualche imprecisione tecnica e la mancanza di qualche accorgimento in più, possiamo dirci abbastanza soddisfatti del prodotto testato.

Razer Hammerhead USB-C ANC: Recensione - Cancellazione rumore, isolamento, type C
Il nostro voto:7.8
7.8Punteggio totale
CONDIVIDI: